Registro

Non hai ancora un accesso? Registratevi qui

Austria
de
Belgium
fr de nl
France
fr
Headquarters
Italy
it
Netherlands
nl
Poland
pl
Switzerland
de fr it
United Kingdom
en
Россия (Russia)
ru
中華人民共和國 (China)
cn
India
en
USA
en
Erbe Headquarters
Erbe Worldwide

Please choose a website and your preferred language.

Skip navigation

Erbe sostiene un progetto di aiuto in Papua-Nuova Guinea

Il medico Dr. Sebastian Freudenberg, Primario della clinica HELIOS di Bad Berleburg, nell'aprile 2018 si è recato in Papua-Nuova Guinea per contribuire alla costituzione delle strutture mediche di questo remoto stato sul Pacifico.

Per il suo progetto, sostenuto dalla Nordkirche di Amburgo, abbiamo donato un apparecchio VIO con accessori. È praticamente impossibile trovare in Papua-Nuova Guinea una tecnica medica del nostro livello e personale competente. L'attrezzatura da noi messa disposizione serve anche alla formazione di medici locali.

Dottor Freudenberg, è partito il 1° aprile per la Papua-Nuova Guinea per contribuire alla costituzione dell'infrastruttura medica. Che cosa si propone esattamente?

Freudenberg: Il nostro scopo è quello di standardizzare le cure chirurgiche e formare i nostri successori locali che saranno ancora là quando il nostro lavoro sarà terminato entro un periodo presumibile di tre anni. Mi sta molto a cuore anche la collaborazione universitaria con le sole due scuole superiori presenti nel paese. Il mio scopo è di sviluppare ancora di più la formazione e l'aggiornamento in chirurgia di studenti e medici assistenti.

Qual è attualmente la situazione della popolazione in Papua-Nuova Guinea, in particolare per quanto riguarda l'assistenza medica? In Europa si sente parlare pochissimo di questo paese.

La Papua-Nuova Guinea è un paese dalla geografia molto varia. Il paese è attraversato da una catena montuosa ramificata, larga circa 200 chilometri, caratterizzata da profonde valli e pianure di difficile accesso. Questa configurazione naturale ha favorito la formazione di tribù isolate del tipo riscontrato nella Nuova Guinea. Per questo esistono più di 750 diverse lingue e tribù. Anche la possibilità di cure mediche è limitata. Nei centri esistono ovviamente degli ospedali, ma molta gente ne vive lontana e non ha mezzi motorizzati o non ha accesso a mezzi di trasporto pubblici.

Qual è la Sua vita come medico in Papua-Nuova Guinea?

Ci sono due giorni a settimana dedicati alle operazioni, e negli altri giorni ho visite, appuntamenti con pazienti esterni e ovviamente il programma di chirurgia d'urgenza. Nell'ospedale, a seconda di come sono strutturate le ferie, sono presenti due - tre medici che si dividono anche i turni di notte. Nessuno è esentato dai turni di notte.